Rapporto tra qualificazione nelle categorie scorporabili a qualificazione obbligatoria e il subappalto “necessario” o “qualificante”

Tipologia
Notizia
Data
16/09/2021

L’arresto di T.A.R. Lombardia si pone nel solco di un orientamento consolidato in materia di rapporto tra qualificazione e subappalto “necessario” o “qualificante”, ovvero che consente di partecipare alla gara senza qualificazione specifica in una categoria scorporabile, ampliando la qualificazione nella categoria prevalente e, nel contempo, dichiarando il subappalto della categoria scorporabile mancante. Incidentalmente si deve notare che dopo l’entrata in vigore dell’articolo 49 del decretolegge n. 77 del 2021, convertito dalla legge n. 108 del 2021 e la conseguente riformulazione dell’articolo 105, comma 2, del Codice dei contratti (nel doppio regime, uno applicabile fino al 31 ottobre 2021 e l’altro a partire dal 1° novembre con la contemporanea soppressione del comma 5 del predetto articolo 105), ai fini del subappalto è venuta meno la distinzione tra categorie a qualificazione obbligatoria cosiddette “superspecializzate” o “s.i.o.s.” elencate all’articolo 2 del d.m. n. 248 del 2016 e le altre categorie a qualificazione obbligatoria. Tra le due tipologie l’unica distinzione riguarda l’avvalimento (vietato per le prime dall’articolo 89, comma 11, del Codice e ammesso per le seconde) ma non più i limiti al subappalto. Di conseguenza la conclusione del Collegio milanese (seppure nel caso di specie riguardasse la categoria OG10, non “s.i.o.s.”) è pacificamente riferibile a tutte le categorie scorporabili a qualificazione obbligatoria. L’arresto del T.A.R. conferma, inoltre, la non sanabilità mediante soccorso istruttorio della carenza di qualificazione anche se causata da una errata dichiarazione in materia di subappalto (nel caso di specie dalla dichiarazione non era possibile rilevare con apprezzabile certezza che il subappalto fosse in grado di sopperire all’attestazione SOA mancante nella categoria scorporabile OG10 a qualificazione obbligatoria)

 

A cura di Bosetti Gatti & Partners 


Loading...