Calcolo Soglia di Anomalia negli Appalti: le novità dal MIT

Tipologia
Notizia
Data
25/07/2019

Calcolo Soglia di Anomalia negli Appalti: le novità sono illustrate in una circolare diramata nelle scorse settimane dal Ministero delle Infrastrutture.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), ha pubblicato, in data 5 luglio scorso, una circolare firmata dal Provveditore, Dott. Ing. Gianluca Ievolella, volta a chiarire le modalità di calcolo della soglia di anomalia di cui all’art. 97 comma 2 del D.L. 32/2019.
L’entrata in vigore del D. L. 32/2019, ha apportato alcune modifiche al codice dei contratti anche in merito ai criteri di aggiudicazione previsti all’art. 97 comma 2 del citato decreto, che recita
“Quando il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso e il numero delle offerte ammesse è pari o superiore a 15, la congruità delle offerte è valutata sulle offerte che presentano un ribasso pari o superiore ad una soglia di anomalia determinata”.

Calcolo Soglia di Anomalia negli Appalti
Al fine  di uniformare i calcoli necessari per giungere alla determinazione della soglia di anomalia si forniscono delle istruzioni operative, per la corretta applicazione delle modalità di calcolo della soglia di anomalia e si precisa quanto segue:
In caso di discordanza tra il ribasso espresso in cifre e quello espresso in lettere verrà preso in considerazione quello  espresso in lettere;
In caso di ribassi uguali si procederà all’aggiudicazione per sorteggio;
Si procederà all’aggiudicazione dei lavori anche nel caso in cui sia pervenuta o sia rimasta in gara una sola offerta valida;
Ai fini dell’aggiudicazione il ribasso offerto e le medie calcolate saranno troncate alla terza cifra decimale, senza arrotondamento.

Per avere maggiori informazioni sul nuovo calcolo potete consultare la Circolare del MIT.

 

A cura di lentepubblica.it  del 25/07/2019


Loading...