L'ACCESSO AGLI ATTI NELLE PROCEDURE DI GARA

Tipologia
Notizia
Data
26/06/2017

Il Tar, Bari, con la sentenza n. 677 del 16 giugno 2017, è intervenuto in tema di accesso agli atti, il relativo interesse e la considerazione in astratto, ai sensi dell’articolo 53 del codice dei contratti.

L’accesso è oggetto di un diritto soggettivo di cui il giudice amministrativo conosce in sede di giurisdizione esclusiva. Il giudizio ha per oggetto la verifica della spettanza o meno del diritto di accesso, piuttosto che la verifica della sussistenza o meno di vizi di legittimità dell’atto amministrativo.
Infatti, il giudice può ordinare l’esibizione dei documenti richiesti, così sostituendosi all’amministrazione e ordinandole un facere pubblicistico, solo se ne sussistono i presupposti. Il che implica che, al di là degli specifici vizi e della specifica motivazione dell’atto amministrativo di diniego dell’accesso, il giudice deve verificare se sussistono o meno i presupposti dell’accesso, potendo pertanto negarlo anche per motivi diversi da quelli indicati dal provvedimento amministrativo.

 

A cura di ASFEL del 26/06/2017

Allegati:


Loading...