IL RUP NELLE LINEE GUIDA DEFINITIVE SUL CODICE DEGLI APPALTI

Tipologia
Notizia
Data
15/11/2016

Nuove linee guida definitive pubblicate dall'Anac.

L’ANAC ha approvato la delibera n. 1096 del 26 ottobre 2016 - Linee guida n. 3, di attuazione del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Nomina, ruolo e compiti del responsabile unico del procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni».
Il documento, redatto in attuazione dell'art. 31, comma 5, del d.lgs. 50/2016 che attribuisce all'ANAC il compito di definire, con proprio atto, fornisce una disciplina di maggiore dettaglio sui compiti specifici del RUP, nonché sugli ulteriori requisiti di professionalità rispetto a quanto disposto dal Codice, in relazione alla complessità dei lavori. Inoltre, prevede che l'Autorità determini l'importo massimo e la tipologia dei lavori, servizi e forniture per i quali il RUP può coincidere con il progettista o con il direttore dell'esecuzione del contratto.
L’articolo 31 della novella legislativa individua le funzioni del RUP negli appalti di lavori, servizi e forniture e nelle concessioni. Le previsioni in esso contenute si applicano anche alle stazioni appaltanti che ricorrono ai sistemi di acquisto e di negoziazione delle centrali di committenza o che operano in aggregazione e, per espresso rinvio dell'art. 114, ai settori speciali (gas, energia termica, elettricità, acqua, trasporti, servizi postali, sfruttamento di area geografica).

 

a cura di ANAC


Loading...