Proceduta negoziata previa raccolta di manifestazioni di interesse. Non opera la rotazione!

Tipologia
Notizia
Data
15/02/2022

Sembra ormai un dato consolidato quello secondo cui, nel caso di procedure aperte al mercato ( in questo caso procedura negoziata preceduta da manifestazione di interesse ) non opera il principio di rotazione. Oggi è la volta del Tar Campania a ribadire questo orientamento.

La ricorrente contesta l’aggiudicazione per violazione del principio di rotazione degli inviti in quanto la migliore offerta sarebbe l’aggiudicataria uscente.

Tar Campania, Napoli, Sez. IV, 14/02/2022, n. 978 respinge il motivo di ricorso:

RITENUTO che:

-la dedotta violazione del principio di rotazione degli inviti (e degli affidamenti) enunciato dall’art.36 d.lgs. n. 50/2016 non sussista, avendo la Stazione Appaltante specificamente e adeguatamente motivato l’operata deroga al principio in parola, evidenziando nella determina a contrarre che “l’operatore economico uscente ha fornito in precedenza un servizio di ottimo livello con notevole soddisfazione dell’utenza, utilizzando personale qualificato, rispettando i tempi stabiliti, rispettando alla lettera il capitolato speciale d’appalto, offrendo un prezzo adeguato di mercato e ribassando rispetto alla richiesta media; ciò è attestato inoltre dal curriculum dell’operatore in merito alle attività svolte di tipologia similare e dall’attestato di regolare esecuzione rilasciato da questo Istituto per i servizi svolti” (cfr. art.9 della determina a contrarre ………; in tal senso depongono le Linee guida n.4 dell’ANAC e la prevalente giurisprudenza amministrativa, cfr., ex multis, Consiglio di Stato sez. V, 31/03/2020, n.2182, T.A.R. Genova, sez. II, 17/07/2020, n.505; T.A.R. Cagliari, sez. II, 15/02/2021, n.94);

A cura di giurisprudenzappalti.it del 14/02/2022 di Roberto Donati

Allegati:


Loading...