La verifica delle offerte in gara deve certificare non l'identità formale ma l'equivalenza funzionale

Tipologia
Notizia
Data
30/07/2020

Il criterio dell' equivalenza non può subire una lettura limitativa o formalistica ma deve, al contrario, godere di un particolare favore perché serve a garantire la massima concorrenza tra gli operatori economici: ovviamente l' equivalenza va ragguagliata alla funzionalità di quanto richiesto dalla Pa con quanto offerto in sede di gara e non alla mera formale descrizione del prodotto. Le specifiche tecniche contenute nel bando di gara hanno il compito di rendere intelligibile il bisogno che la stazione appaltante intende soddisfare con la gara più che quello di descrivere minuziosamente le caratteristiche del prodotto offerto dai concorrenti. Ne discende la necessità di limitare entro rigorosi limiti applicativi l' area dei requisiti tecnici minimi e di dare spazio - parallelamente ma anche ragionevolmente e proporzionalmente - ai prodotti sostanzialmente analoghi a quelli espressamente richiesti dalla disciplina di gara.È questo il principio di diritto sancito dal Consiglio di giustizia amministrativa della regione siciliana (sentenza n. 634/2020) con la quale ha ribaltato una sentenza del Tar Palermo e riaggiudicato alla ricorrente la fornitura di sistemi di somministrazione di farmaci antiblastici (antitumorali). L' ALLEGATOLa sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa della regione siciliana n. 634/2020Secondo i giudici amministrativi siciliani, la verifica delle offerte in gara è finalizzata a certificarne non la formale identità ma la sostanziale equivalenza funzionale. Ciò nel rispetto del principio per cui non ci deve essere una conformità formale ma sostanziale con le specifiche tecniche nella misura in cui esse vengono in pratica comunque soddisfatte. Il precetto di equivalenza delle specifiche tecniche è un presidio del canone comunitario dell' effettiva concorrenza (come tale vincolante per l' amministrazione e per il giudice) e impone che i concorrenti possano sempre dimostrare che la loro proposta ottemperi in maniera equivalente allo standard prestazionale richiesto.

A cura di NT+ Enti locali & EdiliziaGiovedì del 30 Luglio 2020 


Loading...