La revoca dell'aggiudicazione tocca al dirigente e non al Rup privo di poteri gestionali

Tipologia
Notizia
Data
06/04/2020

La revoca dell' aggiudicazione non è di competenza del responsabile unico privo di poteri gestionali (che non coincide, quindi, con il dirigente/responsabile del servizio). Trattandosi di atto "contrario" all' aggiudicazione, rientra nelle competenze del soggetto con poteri gestionali e quindi del responsabile del servizio per gli enti locali (articolo 107 del Dlgs 267/2000). In questo senso si è espresso il Tar Calabria, sezione. I, con l a sentenza n. 505/2020.

La contestazione La pronuncia è importante anche perché consente di chiarire l' ambito di estensione dei poteri del Rup che, qualora non coincidesse con il dirigente/responsabile di servizio, non comprendono la prerogativa dell' adozione dei provvedimenti di "secondo grado" come l' atto di ritiro/revoca della disposta aggiudicazione. Come da orientamento giurisprudenziale consolidato, infatti, il Rup che non coincida con il dirigente/responsabile del servizio può adottare atti a valenza decisoria relativi al procedimento di affidamento ma non può, ad esempio, adottare atti a valenza gestionale tipici del primo come la determina a contrarre e/o la determina di aggiudicazione e la determina d impegno di spesa.

Allo stesso modo non può adottare l' atto simmetricamente contrario all' aggiudicazione ovvero il ritiro o la revoca. Nel caso di specie, il ricorrente aggiudicatario del servizio di gestione di un impianto sportivo lamentava proprio l' incompetenza sull' adozione dell' atto di revoca adottato tra l' altro previo indirizzo giuntale. Più in dettaglio, secondo il ricorrente, «Il provvedimento di secondo grado impugnato sarebbe viziato da manifesta incompetenza essendo stato adottato da organo diverso - e comunque incompetente (il RUP) - da quello che ha disposto l' aggiudicazione della gara (il Dirigente dell' Area Amministrativa e la Responsabile dell' Ufficio Gare e Contratti)».

La sentenza Il giudice non ha dubbi nel condividere l' assunto ritenendo il ricorso fondato sotto i «profili della violazione del contraddittorio procedimentale (motivo di ricorso sub 2) e dell' incompetenza dell' organo che ha adottato l' atto di autotutela (motivo sub 3)». Quanto al primo profilo, risulta consolidato e risalente, in giurisprudenza, «l' indirizzo che predica la necessità, tanto in caso di revoca che di annullamento dell' aggiudicazione, della comunicazione di avvio del relativo procedimento nei confronti dell' aggiudicatario (cfr., ex multis, Cons. St., Sez. III, 28/06/2019, n.4461; Cons. St., sez. V, 4 dicembre 2017, n.5689; id. 10 ottobre 2018, n.5834)».

Quanto detto a prescindere dalla qualificazione che, in concreto, si intenda attribuire all' atto di secondo grado censurato, il quale si puntualizza, «si configura indubbiamente come provvedimento idoneo a incidere, con effetti caducanti, sulla disposta aggiudicazione della gara». Incisiva, infine, la decisione sulla competenza. Il giudice ha condiviso la tesi del ricorrente ritenendo corretta l' argomentazione della ricorrente fondata sul «disposto di cui al terzo comma dell' art. 31 del codice dei pubblici contratti e dell' art. 107 del d.lgs 267/2000» che delinea la competenza degli atti decisori in capo al soggetto dotato dei poteri gestionali.

Nel caso di specie sussiste la competenza evidente del soggetto che ha predisposto l' atto ovvero di chi ha proceduto con l' aggiudicdazione insistendo «la riserva al Dirigente del settore - e non al R.U.P. - della competenza all' emanazione degli atti a rilevanza esterna quando, come nel caso che occupa, assumano valenza decisoria». Del resto, si legge in sentenza, «neppure può ipotizzarsi che la persona fisica nominata R.U.P. abbia agito in tale ultima veste dirigenziale atteso che, come pure comprovato dalla ricorrente associazione, la dirigenza ad interim dell' Ufficio Gare e Contratti è stata conferita dal Sindaco ad altra persona e confermata fino al 31/12/2019».

A cura di 

Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 03 Aprile 2020 - autore STEFANO USAI

Allegati:


Loading...