Risolvere l'irregolarità fiscale prima della gara

Tipologia
Notizia
Data
10/05/2019

Ai fini dell'ammissione a una gara d'appalto il requisito della regolarità fiscale si considera sussistente soltanto ove, prima del decorso del termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla gara di appalto, l'istanza di rateizzazione sia stata accolta con l'adozione del relativo provvedimento costitutivo.

Lo ha stabilito il Tar Lazio sezione seconda ter con la sentenza del 3 maggio 2019 n. 5596. Per i giudici, che richiamano la precedente giurisprudenza sul punto, non è quindi da considerarsi ammissibile alla gara il concorrente che versi nelle ipotesi in cui l'iniziale irregolarità abbia dato luogo alla richiesta di dilazione, solo successivamente accolta. Questa linea si giustifica, si legge nella sentenza anche a seguito dell'entrata in vigore dell'art. 80, comma 4 del decreto n. 50 del 2016: la mera presentazione dell'istanza di rateizzazione non comporta l'automatico recupero della posizione di regolarità fiscale, atteso che, con la presentazione di tale istanza, il partecipante non assume alcun impegno vincolante a onorare il debito in quel momento gravante a suo carico, ma semmai ad adempiere l'obbligazione originante dall'eventuale successiva istanza di rateizzazione da parte dell'Agente della riscossione.

In altre parole, la circostanza che l'agente della riscossione dei tributi abbia proceduto a pignorare presso un soggetto pubblico debitore somme da questo dovute all'impresa concorrente, pur assicurando la soddisfazione del credito fiscale, non è di per sé idonea a determinare il venir meno della situazione di irregolarità in cui versa detta impresa. Peraltro, in passato (vigente il decreto 163/2006) era stata ritenuta inammissibile la partecipazione alla procedura di gara del soggetto che, al momento della scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione, non avesse conseguito il provvedimento di accoglimento dell'istanza di rateizzazione, dal momento che la regolarità contributiva e fiscale, richiesta come requisito indispensabile per la partecipazione ad una gara di appalto deve essere mantenuta per tutto l'arco di svolgimento della gara fino al momento dell'aggiudicazione, sussistendo l'esigenza della stazione appaltante di verificare l'affidabilità del soggetto partecipante alla gara fino alla conclusione della stessa.

A cura di Italia Oggi pag.36 del 10/05/2019 

 


Loading...