Codice dei contratti: Dal CNI una circolare sugli affidamenti diretti

Tipologia
Notizia
Data
27/02/2019

Il CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) ha, recentenente, inviato a tutti gli ordini provinciali una circolare avente ad oggetto “La Legge 30 dicembre 2018, n. 145 recante “bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021” e le Linee Guida ANAC n.4/2019 di attuazione del D.Lgs.50/2016 in materia di affidamenti diretti nel settore dei lavori”.

Nella circolare è evidenziato che l’articolo 1, comma 912 della legge di Bilancio 2019(legge 30 dicembre 2018, n. 145) ha previsto, per un periodo transitorio sino al 31/12/2019, l’innalzamento della soglia per l’affidamento diretto per importi pari o superiori a € 40.000 ed inferiori a € 150.000 (art. 36, comma 2, lett. a) del Codice dei contratti pubblici), “previa consultazione di almeno 3 operatori economici” nonché l’innalzamento della soglia della procedura negoziata con almeno dieci operatori economici, per importi pari o superiori a € 150.000 ed inferiori a € 350.000 (art. 36, comma 2, lett. b) del Codice dei contratti pubblici).

Per quanto attiene, invece, i servizi e le forniture resta tutto invariato e, quindi per gli stessi è possibile continuare ad applicare l’articolo 36, comma 2, lettere a) e b) dell’attuale testo del Codice dei Contratti pubblici (D.lgs. n. 50/2016) con affidamenti diretti per importi sino a 40.000 euro (lettera a)) e con procedura negoziata (lettera b)) per importi sino alla soglia comunitaria, fermo restando all’interno dei servizi la specificità dei servizi di Ingegneria e Architettura di cui agli articoli 31 comma 8, 157 comma 2 e 95 comma 3.

In riferimento alle previsioni contenute nella legge di bilancio 2019 relativamento all’innalzamento delle citate soglie per gli affidamenti diretti, l’ANAC ha posto in consultazione sino al 21/02/2019 l’aggiornamento delle linee guida n. 4 recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” (leggi articolo).

In allegato la Circolare del CNI.

A cura di LavoriPubblici.it del 27/02/2019 


Loading...