La Pa deve adeguatamente motivare la scelta del «prezzo più basso»

Tipologia
Notizia
Data
03/12/2018

Il ricorso al criterio di aggiudicazione del minor prezzo è illegittimo, se l' Amministrazione non motiva adeguatamente il carattere di «elevata ripetitività» del servizio ex articolo 95, comma 4, lett. c), del Dlgs n. 50/2016.

Lo stabilisce il Tar Liguria - Genova sez. II con sentenza n. 908/2018 . Il caso Il caso si riferisce ad una gara di servizi. Nella specie la procedura ha ad oggetto la riparazione meccanica delle auto della stazione appaltante e per l' affidamento della stessa è stato scelto il criterio di aggiudicazione del minor prezzo. La ricorrente ha impugnato la procedura denunciando tra le altre cose la illegittima utilizzazione del criterio di aggiudicazione in questione sostenendo la impossibilità di qualificare il servizio oggetto di gara quale servizio con «caratteristiche standardizzate».
Il Tar Liguria ha accolto il motivo di ricorso sul presupposto che la scelta del criterio in questione nella specie non è stata adeguatamente motivata, in particolare perché l' attività di riparazione e ripristino della carrozzeria non ha i tratti della «elevata ripetitività» ovvero della «standardizzazione della prestazione» in quanto ogni intervento sulla carrozzeria è obiettivamente e indiscutibilmente diverso e a sé stante rispetto agli altri. La decisione La questione di diritto affrontata dal Giudice amministrativo riguarda la portata applicativa dell' articolo 95 del Dlgs n. 50 del 2016 laddove stabilisce che può essere utilizzato il criterio del minor prezzo per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato.
Mentre il comma 5 della stessa norma dispone che in tali casi le stazioni appaltanti ne danno adeguata motivazione e indicano nel bando di gara il criterio applicato per selezionare la migliore offerta. Sulla base di tali premesse normative la giurisprudenza amministrativa ha stabilito che nei casi in cui non si tratta di un servizio non aggiudicabile esclusivamente con il criterio dell' offerta economicamente più vantaggiosa (casi previsti dall' articolo 95, comma 3, Dlgs n. 50 del 2016) se l' Amministrazione sceglie il criterio del prezzo più basso deve adeguatamente motivare in particolare il carattere della elevata ripetitività.
Con la sentenza in commento il Giudice amministrativo censura la scelta operata dall' Amministrazione stabilendo l' illegittimità della stessa in quanto non ha fatto alcun riferimento, in motivazione (articolo 95, comma 5, Dlgs n. 50 del 2016), alle caratteristiche standardizzate o predefinite dal mercato del servizio. In particolare, spiega il Tar, il Comune non ha adeguatamente motivato l' asserito carattere di «elevata ripetitività», ex articolo 95, comma 4, lett. c), del Dlgs n. 50/2016, del servizio di riparazione e ripristino della carrozzeria dei veicoli posto a gara.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 03/12/2018 - autore GIOVANNI F. NICODEMO


Loading...