Servizi e forniture, Anac aggiorna i bandi-tipo 1 e 2 su black-list e polizze fideiussorie

Tipologia
Notizia
Data
29/11/2018

Le stazioni appaltanti devono adeguare i bandi-tipo n. 1 e n. 2 ad alcune recenti innovazioni normative sugli operatori economici provenienti da Paesi inseriti nelle black-list e sugli schemi-tipo delle polizze per le garanzie definitive.

La clausola per i paesi inseriti nelle black list L' Anac ha pubblicato il 26 novembre due chiarimenti per il disciplinare generale in materia di servizi e forniture e altri due, di contenuto analogo, per il disciplinare specifico per i servizi di pulizie precisando anzitutto che è stato abrogato l' articolo 37 della legge 122/2010 che prescriveva, ai fini della partecipazione alla gara, per gli operatori economici aventi sede nei paesi inseriti nelle black list, il possesso dell' autorizzazione rilasciata dal ministero dell' Economia e delle finanze secondo il Dm 14 dicembre 2010 oppure della domanda di autorizzazione presentatain base allo stesso decreto.
Pertanto, la clausola relativa alla black list prevista nei due bandi-tipo bando tipo nonché le dichiarazioni integrative relative alla black list di cui al punto 15.3.1 del medesimo dovranno considerarsi come non apposte. Le amministrazioni non dovranno più prevedere nel bando di gara, senza obbligo di motivazione, la richiesta dell' autorizzazione per gli operatori aventi sede nei paesi inseriti nelle black list.
Laddove siano ancora presenti nei bandi di gara queste clausole, esse debbono ritenersi come non apposte, in quanto recanti una causa di esclusione non più prevista dalle disposizioni di legge vigente. Le garanzie fideiussorie In altro comunicato l' Anac ha segnalato che il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 19 gennaio 2018 n. 31 contenente il regolamento sugli schemi di contratti tipo per le garanzie fideiussorie previste dagli articoli 103, comma 9, e 104, comma 9 del codice dei contratti pubblici ha abrogato gli schemi di polizza tipo contenuti nel Dm 123/2004. Pertanto, i richiami dei bandi tipo nn. 1 e 2 al Dm n. 123 dovranno intendersi sostituiti con il rinvio al Dm 19 gennaio 2018 n. 31.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore) del 29/11/2018 - autore ALBERTO BARBIERO


Loading...