Nelle procedure selettive codice identificativo gara anche per la coprogettazione

Tipologia
Notizia
Data
28/11/2018

Le stazioni appaltanti devono acquisire il codice identificativo gara anche per la coprogettazione, quando la procedura ha carattere selettivo ed è finalizzata a individuare un operatore economico destinato poi a gestire un servizio sociale.

Il presidente dell' Autorità nazionale anticorruzione ha chiarito, con il comunicato del 21 novembre (pubblicato ieri), i presupposti che, in relazione alla particolare procedura di realizzazione in partnership di servizi sociali innovativi, determinano la riconduzione del particolare modulo di affidamento al sistema di classificazione e monitoraggio degli appalti pubblici.
Il carattere selettivo L' Anac precisa che il Cig deve essere acquisito in tutti i casi in cui la procedura di coprogettazione abbia carattere selettivo e tenda a individuare un partner che, oltre a fornire un contributo in fase progettuale, sia poi chiamato a gestire un servizio sociale dietro corrispettivo. Diversamente, nei casi in cui la procedura di coprogettazione sia estranea all' applicazione del codice dei contratti pubblici, le stazioni appaltanti non devono procedere all' acquisizione del particolare codice.
Queste ipotesi sono state individuate dal Consiglio di Stato nel parere n. 2052/2018 e si riferiscono ai casi nei quali la procedura non abbia carattere selettivo (aperta a tutti gli operatori interessati) e non sia finalizzata all' affidamento di un servizio sociale a titolo oneroso per l' amministrazione oppuer miri all' affidamento di un servizio sociale a un ente privato, ma a titolo gratutio (senza un corrispettivo). L' Autorità evidenzia l' effettiva gratuità del servizio si risolve nella non economicità dello stesso poiché gestito, sotto un profilo di comparazione di costi e benefici, necessariamente in perdita per il prestatore.
Di conseguenza, esso non è reso dal mercato, anzi è fuori del mercato. Lo smart-Cig Per le procedure di coprogettazione finalizzate al successivo affidamento di servizi sociali di cui all' allegato IX, di importo inferiore a 40.000 euro, le stazioni appaltanti possono procedere all' acquisizione dello Smart-cig. Per quanto concerne l' inserimento dei dati nella scheda di acquisizione del codice, l' Anac evidenzia che al momento non è prevista la possibilità di selezionare l' opzione co-progettazione quale scelta della modalità di realizzazione, pertanto, in via transitoria, l' utilizzo della particolare procedura dovrà essere evidenziato nell' oggetto dell' appalto.

 

A cura di Quotidiano Enti Locali e PA (Sole 24 Ore del 28/11/2018 - autore ALBERTO BARBIERO


Loading...