Il divieto di commistione tra offerta tecnica ed offerta economica

Tipologia
Notizia
Data
20/09/2018

La sentenza in commento ha sinteticamente riassunto lo stato della giurisprudenza amministrativa in tema di segretezza dell’offerta economica e di divieto di commistione con l’offerta tecnica.

Riportiamo quindi di seguito i capi in rilievo, con i consueti collegamenti alle sentenze ivi citate.

***** *** *****

IN PARTICOLARE, CON RIFERIMENTO AL PRINCIPIO DI SEGRETEZZA DELL’OFFERTA ECONOMICA E DEL CORRELATIVO DIVIETO DI COMMISTIONE TRA OFFERTA TECNICA ED OFFERTA ECONOMICA, OSSERVA IL COLLEGIO CHE “SECONDO UN ORMAI CONSOLIDATO ORIENTAMENTO GIURISPRUDENZIALE TRA LE CAUSE DI ESCLUSIONE DETERMINATE DA VIOLAZIONI DELLE REGOLE FONDAMENTALI IN TEMA DI FORMULAZIONE DELLE OFFERTE, RIENTRA ANCHE IL MANCATO RISPETTO DEL PRINCIPIO DI SEGRETEZZA DELL’OFFERTA, CHE IMPONE DI NON RENDERE NOTO ALLA COMMISSIONE GIUDICATRICE NESSUN ELEMENTO ECONOMICO PRIMA CHE LA STESSA ABBIA RESO LE PROPRIE VALUTAZIONI SULL’OFFERTA TECNICA (CONS. STATO, SEZ. III, 30 MAGGIO 2016, N.2262; CONS. STATO, V, 27 MARZO 2013, N.1218)” (CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE V, 11 GIUGNO 2018, N. 3612), OVVERO CHE “SI MANIFESTA NELL’INAMMISSIBILE COMMISTIONE DELL’OFFERTA ECONOMICA NELL’OFFERTA TECNICA, ATTESO CHE LA CONOSCENZA DI ELEMENTI ECONOMICI DELL’OFFERTA DA PARTE DELLA COMMISSIONE AGGIUDICATRICE È DI PER SÉ IDONEA A DETERMINARE UN CONDIZIONAMENTO, ANCHE IN ASTRATTO, DA PARTE DELL’ORGANO DEPUTATO ALLA VALUTAZIONE DELL’OFFERTA, ALTERANDONE LA SERENITÀ ED IMPARZIALITÀ VALUTATIVA; DI CONSEGUENZA NESSUN ELEMENTO ECONOMICO DEVE ESSERE RESO NOTO ALLA COMMISSIONE STESSA PRIMA CHE QUESTA ABBIA RESO LE PROPRIE VALUTAZIONI SULL’OFFERTA TECNICA (CFR., TRA LE ALTRE, CONS. STATO, III, N. 2262/2016)” (CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE III, 3 APRILE 2017, N. 1530).

E’ ANCHE VERO CHE, IN ALCUNE PRONUNCE, “È STATO PRECISATO CHE TALE DIVIETO DI COMMISTIONE (PUR RILEVANDO ANCHE SOLO SOTTO IL PROFILO POTENZIALE) NON DEVE ESSERE INTESO IN SENSO ASSOLUTO E MERAMENTE FORMALISTICO, BEN POTENDO NELL’OFFERTA TECNICA ESSERE INCLUSI SINGOLI ELEMENTI ECONOMICI, RESI NECESSARI DAGLI ELEMENTI QUALITATIVI DA FORNIRE, PURCHÉ SI TRATTI DI ELEMENTI ECONOMICI CHE NON FANNO PARTE DELL’OFFERTA ECONOMICA, QUALI I PREZZI A BASE DI GARA, I PREZZI DI LISTINI UFFICIALI, I COSTI O PREZZI DI MERCATO, OVVERO SIANO ELEMENTI ISOLATI E DEL TUTTO MARGINALI DELL’OFFERTA ECONOMICA, CHE NON CONSENTANO CIOÈ IN ALCUN MODO DI RICOSTRUIRE LA COMPLESSIVA OFFERTA ECONOMICA OVVERO CONSISTANO NELL’ASSUNZIONE DI COSTI DI PRESTAZIONI DIVERSE DA QUELLE APPREZZATE NELL’OFFERTA ECONOMICA, ANCHE SE COMUNQUE DA RENDERE A TERZI IN BASE AL CAPITOLATO E REMUNERATE DALLA STAZIONE APPALTANTE” (CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE V, 11 GIUGNO 2018, N. 3612, CIT.), OVVERO CHE “L’APPLICAZIONE DEL DIVIETO DI COMMISTIONE VA EFFETTUATA IN CONCRETO (E NON IN ASTRATTO), CON RIGUARDO ALLA CONCLUDENZA DEGLI ELEMENTI ECONOMICI ESPOSTI O DESUMIBILI DALL’OFFERTA TECNICA, CHE DEBBONO ESSERE TALI DA CONSENTIRE DI RICOSTRUIRE IN VIA ANTICIPATA L’OFFERTA ECONOMICA NELLA SUA INTEREZZA OVVERO, QUANTO MENO, IN ASPETTI ECONOMICAMENTE SIGNIFICATIVI, IDONEI A CONSENTIRE POTENZIALMENTE AL SEGGIO DI GARA DI APPREZZARE “PRIMA DEL TEMPO” LA CONSISTENZA E LA CONVENIENZA DI TALE OFFERTA” (CFR. CONS. ST., SEZ. III, N. 3287 DEL 2016; SEZ. IV, N. 825 DEL 2016)” (CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE III, 3 APRILE 2017, N. 1530, CIT., RIPRESA ANCHE DA CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE III, 12 LUGLIO 2018, N. 4284).

CIÒ PREMESSO, ALLA STREGUA DELLA GIURISPRUDENZA PREVALENTE E CONDIVISIBILE SOPRA RIPORTATA, IL DIVIETO DI COMMISTIONE DELL’OFFERTA TECNICA E DI QUELLA ECONOMICA (ANCHE OVE INTESO IN SENSO RELATIVO ED APPLICATO IN CONCRETO), SI INTENDE COMUNQUE VIOLATO – AD AVVISO DI QUESTA SEZIONE – NON SOLO NEI CASI IN CUI SIANO PRESENTI NELL’OFFERTA TECNICA PRESENTATA DATI ECONOMICI CHE CONSENTANO DI RICOSTRUIRE NELLA SUA INTEREZZA IL CONTENUTO DELL’OFFERTA E DI RILEVARE AGEVOLMENTE LA PERCENTUALE DI RIBASSO, BENSÌ ANCHE NELL’IPOTESI IN CUI […] I DATI ECONOMICI PRESENTI NELL’OFFERTA TECNICA NON SIANO ELEMENTI DEL TUTTO MARGINALI DELL’OFFERTA ECONOMICA ED ABBIANO, QUINDI, L’ATTITUDINE POTENZIALE DI CONDIZIONARE/INFLUENZARE LE SCELTE DISCREZIONALI DELLA COMMISSIONE DI GARA.

(T.A.R. Puglia, Lecce, Sez. III, sentenza n. 1262 pubblicata il 3 agosto 2018)

 

A cura di appaltinforma.it del 20/09/2018


Loading...