Bandi di gara: dubbi sulle impugnazioni

Tipologia
Notizia
Data
10/11/2017

Risolvere le incertezze giurisprudenziali in merito all' onere di tempestiva impugnazione delle clausole del bando di gara.

È quanto chiede all' Adunanza plenaria del Consiglio di stato la terza sezione di Palazzo Spada (ordinanza del 7 novembre 2017 n. 5138) per risolvere alcuni dubbi inerenti all' onere di tempestiva impugnazione del bando di gara. Nel caso specifico, la questione riguardava l' impugnazione delle clausole del bando di gara concernente la scelta del criterio di aggiudicazione (si trattava di erronea adozione del criterio del prezzo più basso, in luogo del miglior rapporto tra qualità e prezzo). In particolare, ad avviso della sezione, è utile sapere se l' onere di immediata impugnazione del bando possa affermarsi più in generale per tutte le clausole attinenti le regole formali e sostanziali di svolgimento della procedura di gara, nonché con riferimento agli altri atti concernenti le fasi della procedura precedenti l' aggiudicazione, con la sola eccezione delle prescrizioni generiche e incerte, il cui tenore eventualmente lesivo potrebbe emergere solo con i provvedimenti attuativi. Se poi l' adunanza plenaria dovesse affermare il principio della immediata impugnazione delle clausole del bando di gara riguardanti la definizione del criterio di aggiudicazione, e, individuasse, eventualmente, ulteriori ipotesi in cui sussista l' onere di immediata impugnazione di atti della procedura precedenti l' aggiudicazione, la sezione ha chiesto di sapere se la nuova regola interpretativa si applichi, alternativamente: con immediatezza, anche ai giudizi in corso, indipendentemente dall' epoca di indizione della gara; alle sole gare soggette alla disciplina del nuovo codice dei contratti pubblici, di cui al nuovo codice dei contratti, o ai soli giudizi proposti dopo la pubblicazione della sentenza dell' Adunanza Plenaria. Infine, occorre chiarire, dice l' ordinanza, se in questi casi per ricorrere occorre comunque avere partecipato alla gara, manifestando il proprio interesse alla procedura. Tutti quesiti di particolare rilievo che potrebbero incidere non poco sull' effettività della tutela giurisdizionale.

 

A cura di Italia Oggi del 10/11/2017 pag. 40


Loading...