Sicurezza aziendale, oneri integrabili in gara

Tipologia
Notizia
Data
13/01/2017

Illegittima l'esclusione di un concorrente che non ha indicato, in assenza di previsione nel bando di gara, gli oneri per la sicurezza aziendale; necessaria la richiesta di integrazione.

È quanto ha affermato il Consiglio di stato, sezione terza, nella sentenza del 9 gennaio 2017 n. 30 relativamente a una fattispecie sulla quale in primo grado il Tar Marche aveva ritenuto che il concorrente dovesse essere escluso dalla gara perché, in violazione dell' art. 87, comma 4, del dlgs n. 163 del 2006, non aveva indicato gli oneri di sicurezza aziendali nella propria offerta. Si trattava di ipotesi in cui l'obbligo di indicazione dei costi della sicurezza aziendale non era stato specificato nella legge di gara e non era stato contestato, dal punto di vista sostanziale, che l'offerta rispettasse i costi minimi della sicurezza. I giudici richiamano la sentenza n. 19 del 27 luglio 2016 dell'Adunanza plenaria che aveva mitigato il rigore applicativo della disciplina al ricorrere di alcune circostanze fattuali. I giudici di Palazzo Spada avevano precisato che l'automatica esclusione dell'impresa sarebbe risultata contrastante con i principi eurounitari della tutela dell'affidamento, della certezza del diritto, della parità di trattamento, della non discriminazione, della proporzionalità e della trasparenza. In particolare, quando, come nella controversia esaminata dal Consiglio di stato, una condizione per la partecipazione alla procedura di aggiudicazione, pena l'esclusione da quest'ultima, non sia stata espressamente prevista dai documenti dell'appalto e possa essere identificata solo con un'interpretazione giurisprudenziale del diritto nazionale, l'amministrazione aggiudicatrice può accordare all'offerente escluso un termine sufficiente per regolarizzare la sua omissione. Pertanto per le gare anteriori all'entrata in vigore del nuovo codice dei contratti pubblici (dlgs n. 50 del 2016) nelle ipotesi in cui l'obbligo di indicazione dei costi della sicurezza aziendale non sia stato specificato nella legge di gara, l'esclusione della concorrente non può essere disposta se non dopo che lo stesso sia stato invitato a regolarizzare l'offerta della stazione appaltante.

 

A cura di ItaliaOggi del 13/01/2017 pag. 35


Loading...