LINEE GUIDA ANAC SULL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA

Tipologia
Notizia
Data
30/07/2016

Linee guida offerta economicamente più vantaggiosa, l’Anac detta le regole per promuovere l’efficienza e la qualità delle stazioni appaltanti

L’Anac, a seguito della consultazione pubblica terminata il 16 maggio 2016, ha pubblicato le prime 6 linee guida:

  1. Direttore dei lavori: (v. art. “Linee guida direttore dei lavori: ecco le nuove regole dettate dall’Anac“)
  2. Direttore dell’esecuzione: (v. art. “Linee guida direttore dell’esecuzione: dall’Anac le modalità di svolgimento dell’attività“)
  3. Responsabile unico del procedimento (v.art. “Linee guida Anac sul Rup (Responsabile unico del procedimento”)
  4. Offerta economicamente più vantaggiosa
  5. Servizi di ingegneria e architettura
  6. Modalità di affidamento dei contratti sotto soglia

In quest’articolo analizziamo la quarta delle linee guida Anac, che fornisce indicazioni sul criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo ovvero sulla base del prezzo o del costo, per promuovere l’efficienza e la qualità delle stazioni appaltanti, favorendo lo sviluppo delle migliori pratiche.

Consultazione pubblica e proposte degli stakeholder

L’Anac ha disposto la consultazione pubblica delle linee guida sull’offerta economicamente più vantaggiosa, dal 29 aprile 2016 sino al 16 maggio 2016, a seguito della quale sono pervenute 94 richieste di modifica/integrazione.

Le principali osservazioni sono pervenute dalle pubbliche società e amministrazioni e riportate dall’Anac nella relazione Air (Analisi di impatto della regolamentazione), che descrive il contesto normativo, le motivazioni, gli obiettivi e le fasi del procedimento che hanno condotto all’adozione delle linee guida.

Le principali osservazioni accolte sono relative ai seguenti argomenti:

·         precisazioni su:

o    scelta del criterio di aggiudicazione

o    definizione dei criteri di valutazione, dei metodi e delle formule per l’attribuzione dei punteggi

o    determinazione dei punteggi stessi

o    individuazione del metodo per la formazione della graduatoria finale

·         chiarimenti sulla distinzione tra il criterio del prezzo e il criterio del costo

·         individuazione delle formule e dei metodi più diffusi, evidenziandone le modalità di applicazione e le caratteristiche essenziali

·         con riferimento alla riparametrazione, è stato consentito alle stazioni appaltanti di procedere anche ad una seconda riparametrazione, in linea con i più recenti orientamenti giurisprudenziali

·         introduzione di criteri che valorizzino i profili d’innovatività delle offerte presentate da:

o    microimprese

o    piccole e medie imprese

o    giovani professionisti

o    imprese di nuova costituzione

Le principali osservazioni che invece non hanno trovato accoglimento sono le seguenti:

·         differenziazione della disciplina relativa ai lavori da quella relativa ai servizi e le forniture

·         introduzione di limiti massimi o minimi di punteggio in relazione alle diverse componenti delle offerte nonché ai singoli criteri o subcriteri

·         definizione in maniera puntuale dei criteri di valutazione a cui le stazioni appaltanti dovranno attenersi, offrendo indicazioni sul metodo da utilizzare

·         segnalazione su preferenze per uno specifico metodo, mettendo in evidenza eventuali caratteristiche specifiche

·         formazione di una casistica per l’applicazione dei diversi metodi per la formazione della graduatoria di gara

Linee guida offerta economicamente più vantaggiosa, indicazioni operative

L’Anac ha predisposto le presenti linee guida, di natura prevalentemente tecnico-matematica, finalizzate a fornire indicazioni operative per il calcolo dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Nelle linee guida vengono trattati i seguenti aspetti:

·         quadro normativo di riferimento

·         criteri di valutazione

·         ponderazione

·         valutazione degli elementi quantitativi

·         valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali

·         formazione della graduatoria

o     il metodo aggregativo compensatore

o     il metodo Electre

o    il metodo AHP

o    il metodo Topsis

 

a cura di BibLus-net - Newsletter 479 del 28 luglio 2016


Loading...