TETTO ALL’AUTONOMIA DEI COMUNI

Tipologia
Notizia
Data
17/06/2016

L’Autorità Nazionale Anticorruzione, nelle tredici risposte alle Faq pubblicate sul proprio sito istituzionale, ha fornito chiarimenti su alcuni delicati profili della fase transitoria di applicazione del nuovo Codice degli appalti e delle concessioni disciplinata dall'art. 216 del decreto delegato.
I comuni non capoluogo di provincia, a condizione che siano iscritti all'anagrafe unica delle stazioni appaltanti, possono procedere all'acquisizione di servizi e forniture di importo inferiore a 40mila euro e di lavori di importo inferiore a 150mila euro direttamente e autonomamente, oppure attraverso l'effettuazione di ordini a valere su strumenti di acquisto messi a disposizione dalle centrali di committenza. I comuni possono procedere autonomamente anche in riferimento al sottosoglia comunitario di 209mila euro per appalti di servizi e forniture e fino ad un milione per i lavori.
Per quanto riguarda le modifiche a contratti affidati prima del 20 aprile 2016, data di entrata in vigore del nuovo Codice, l'Anac ha chiarito che si applicheranno le vecchie norme poichè "si tratta di fattispecie relative a procedure di aggiudicazione espletate prima dell'entrata in vigore del nuovo Codice". Il rinnovo tacito e la proroga dei contratti sono vietati.
Alle procedure negoziate affidate dopo il 20 aprile a seguito di gare andate deserte si applicano le vecchie regole se sono state presentate offerte irregolari o inammissibili o se vi sia stata mancanza assoluta di offerte, a condizione che la procedura negoziata sia tempestivamente avviata senza temporeggiamenti da parte della stazione appaltante.
Infine, il D.Lgs. n. 163/2006 si applica anche agli avvisi esplorativi pubblicati prima del 20 aprile 2016 se la procedura negoziata "sia avviata entro un termine congruo dalla data di ricevimento delle manifestazioni di interesse e non siano intervenuti atti che abbiano sospeso, annullato o revocato la procedura di gara".

a cura di Italia Oggi n. 144 del 17/06/2016 pag. 40 - Autore: Andrea Mascolini


Loading...